Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Io ti accarezzerò

Una canzone dal profumo antico di antica bottega, in cui vi entri per cercare qualcosa o anche solo per godere di un evento inaspettato. Il vecchio proprietario è lì che, con la stessa passione di sempre, lavora, parla e ascolta. E ti spiega cosa sia l’amore. Dice che non è quello compassionevole, non l’adagio recitativo “ama il prossimo tuo come te stesso” e neanche quello, indiscriminato, delle pulsioni sessuali. È l’amore cantato dai trovatori: “l’amara dolcezza, l’amato dolore” che trova l’essenza nella gioia dell’amore, nella pena d’amore, nel suo ‘sapore’ di eternità, nel suo fluire del tempo. Scaturisce dal ‘velenoso’ filtro bevuto da Isotta e il suo Tristano, il quale pronuncia queste parole: “Ebbene, sia fatta la volontà di Dio, che venga la morte o la vita! Se è destino che la mia diletta Isotta continui a essere in questo modo la mia morte, io corteggerò allora lietamente una morte eterna.”

Ecco l’ ‘amor’ che i trovatori rivolgono alla donna amata: un amore rivolto solo a lei, a quella determinata donna. E viceversa. Sebbene non venga vissuto come lo si vorrebbe, non vi rinunciano, perché consapevoli che questo loro amore sia forte e potente tanto da riuscire a districarsi tra le pieghe del tempo.

Una voce sussurrata che si spande nell’infinito, rappresentato a sua volta dal suono del flauto. Un canto lieve che unisce puntini di stelle e fa risuonare in eterno l’eco di un amore immortale, le parole di un’altrettanto eterna promessa: ‘In questa e altre vite per te vivrò nell’infinito ti cercherò Io ti accarezzerò’.

Questa canzone è dunque una bottega fascinosa, antica e polverosa. Nella bottega c’è un trovatore. Quello sono io. L’arte sta tutta nel cercare, senza sosta. Questa canzone non è una canzone gioiosa né triste, è una canzone d’amore. Se il tuo cuore avrà cercato, i tuoi occhi avranno trovato. Dedica questa canzone a lei, dedica questa canzone a lui. Soltanto due anime, in tutto l’universo, sono destinate a non celarsi mai l’una all’altra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: